Spida
schmuckelement

Tutto sulla vostra rendita di vecchiaia AVS

Preparatevi per tempo alla nuova fase della vostra vita, affinché possiate godervi il pensionamento in modo rilassato. Abbiamo qui raccolto per voi le informazioni principali riguardanti le rendite AVS per offrirvi la migliore panoramica possibile.

In breve

Avete diritto a una rendita di vecchiaia AVS/AI quando raggiungete l'età ordinaria di pensionamento. Ricevete la prima mensilità di rendita a partire dal mese successivo a quello in cui avete raggiunto l'età di pensionamento. L'età ordinaria di pensionamento è 64 anni per le donne e 65 anni per gli uomini.

Se lo desiderate, potete riscuotere la rendita di vecchiaia nell’ambito dell'età flessibile di pensionamento con uno o due anni di anticipo o rinviarla al massimo di cinque anni.

Una persona ha diritto a una rendita di vecchiaia se le si possono conteggiare contributi per almeno un anno intero di contribuzione.

Richiesta

Affinché sia possibile calcolare e versare tempestivamente la vostra rendita, vi consigliamo di presentare la vostra richiesta di una rendita di vecchiaia alla cassa di compensazione competente da tre a quattro mesi prima del raggiungimento dell'età di pensionamento. Vi preghiamo di non presentare la richiesta prima di un anno dalla maturazione del diritto.

Lo stesso termine va rispettato anche per un prelievo anticipato. In quest’ultimo caso, dovreste presentare la richiesta da tre a quattro mesi prima di raggiungere l’età a partire dalla quale desiderate effettuare il prelievo anticipato.

In qualità di salariato, lavoratore indipendente o persona senza attività lucrativa, dovete presentare la richiesta di una rendita di vecchiaia presso la cassa di compensazione che riscuoteva i contributi prima del pensionamento.

Le persone coniugate il cui coniuge riceve già una rendita devono annunciarsi presso la cassa di compensazione che versa la rendita del coniuge.

Se avete domande sulla richiesta e sull’erogazione di prestazioni complementari, sono a vostra disposizione gli organi cantonali per prestazioni complementari.

La richiesta relativa ai mezzi ausiliari dell’AVS/AI va presentata all’ufficio AI del cantone di domicilio.

Il seguente video sintetizza gli aspetti più importanti su come va richiesta una rendita di vecchiaia:

Calcolo

L’importo della rendita si basa sui seguenti elementi di calcolo:

  • anni di contribuzione computabili
  • reddito proveniente dall’attività lucrativa
  • accrediti per compiti assistenziali ed educativi

Avete diritto a una rendita completa (scala delle rendite 44) se avete adempiuto all’obbligo di contribuzione senza lacune. Se avete versato i contributi dal 1° gennaio successivo al compimento del 20° anno di età fino al 31 dicembre dell’anno precedente il raggiungimento dell’età ordinaria di pensionamento, l’obbligo contributivo è stato adempiuto senza lacune. La rendita completa minima (scala 44) ammonta a CHF 1’195.00 e quella massima a CHF 2’390.00 mensili.

L’importo della rendita all’interno di una scala è in funzione del reddito annuo medio.

Se vostra moglie o vostro marito percepisce già una rendita dell’AVS/AI, le due rendite individuali vengono ridotte di conseguenza (plafonamento). La somma delle due rendite individuali di una coppia di coniugi non può dunque superare il 150% della rendita massima (con scala 44 = CHF 3’585.00).

Trovate gli esempi di calcolo e gli importi delle rendite della scala 44 nell’opuscolo informativo Prestazioni dell’AVS.

Trovate invece informazioni sugli accrediti per compiti educativi ed assistenziali negli opuscoli informativi Accrediti per scopi educativi e Accrediti per scopi assistenziali.

In questo video esplicativo apprendete in pochi minuti gli aspetti principali relativi al calcolo della rendita di vecchiaia:

Stima di una rendita e calcolo anticipato

La stima di una rendita può essere effettuata attraverso una procedura di calcolo semplificata, che si basa sui dati inseriti dall'assicurato. La stima di una rendita non è vincolante.

Il calcolo anticipato dalla rendita, effettuato dalla cassa di compensazione, ha senso in determinate situazioni della vita, a partire da un’età di 50 anni, come per esempio se avvengono cambiamenti delle condizioni familiari o professionali, se si sta pianificando il trasferimento in un altro Paese o se si sta pensando a un pensionamento anticipato.

Avete la possibilità di presentare alla cassa di compensazione una richiesta scritta di calcolo della rendita futura non vincolante.

Le persone sposate devono presentare ciascuna una richiesta individuale alla cassa di compensazione, laddove entrambe le richieste dovrebbero essere presentate alla stessa cassa di compensazione contemporaneamente.

Il calcolo di una rendita futura non è vincolante e può richiedere un certo tempo (circa da tre a quattro settimane).

Trovate ulteriori informazioni sul calcolo della rendita futura nell’opuscolo informativo Calcolo anticipato della rendita.

Età di pensionamento flessibile (prelievo anticipato / rinvio)

Nell’ambito dell’età flessibile di pensionamento, la riscossione della rendita di vecchiaia può essere:

  • anticipata di uno o due anni (esatti) oppure
  • rinviata da un minimo di uno a un massimo di cinque anni.

Le persone che chiedono di anticipare la riscossione della rendita di vecchiaia percepiranno una rendita di vecchiaia ridotta per tutto il periodo di riscossione. Chi rinvia la propria rendita di vecchiaia beneficerà di una rendita di vecchiaia più elevata per tutto il periodo di riscossione.

Nel caso delle persone sposate, entrambi i coniugi possono, indipendentemente l’uno dall’altro, anticipare o rinviare la riscossione della rendita di vecchiaia. È quindi possibile, ad esempio, che la moglie anticipi la propria rendita di vecchiaia e il marito la posticipi.

Trovate ulteriori informazioni sulla riscossione flessibile della rendita, come p.es. sull'importo della riduzione per anticipazione della rendita o del supplemento per rinvio della rendita, nell’opuscolo informativo Riscossione flessibile della rendita.

In questo video esplicativo apprendete in pochi minuti gli aspetti principali relativi alla riscossione flessibile della rendita di vecchiaia:

Ripartizione dei redditi (splitting)

Per calcolare le rendite di vecchiaia o d’invalidità delle persone divorziate, i redditi percepiti dai coniugi durante gli anni di matrimonio sono reciprocamente ripartiti per metà.

Per la ripartizione dei redditi (il cosiddetto splitting) si tiene conto soltanto degli anni civili durante i quali entrambi i coniugi erano assicurati presso l’AVS/AI. I redditi conseguiti dai coniugi nell’anno del matrimonio e in quello del divorzio non vengono divisi.

La ripartizione dei redditi delle persone divorziate non si effettua automaticamente, bensì a seguito di una richiesta presentata presso la cassa di compensazione.

Per le persone sposate si effettua invece la ripartizione dei redditi automaticamente all’insorgenza del secondo caso assicurato o al decesso del coniuge senza diritto alla rendita.

Trovate informazioni dettagliate a tale riguardo e ulteriori dati sullo splitting, con esempi pratici, nell’opuscolo informativo Splitting in caso di divorzio.

Pagamento

I pagamenti del 1° e 2° pilastro vengono effettuati, in forma anticipata, il 2° giorno lavorativo di ogni mese. Potete trovare qui le date dei pagamenti.